MADE IN TEAM – organizzazione team building, incentive, meeting ed eventi aziendali | 800.984.765 | info@madeinteam.it | Roma – Milano – Napoli - Firenze - Torino – Bologna
Made In Team da oltre 10 anni organizza attività di team building aziendale !

Soft Outdoor: semplici giochi per un team building veramente efficace

chi2 Il soft outdoor benché sia una pratica di team building all’aperto nata agli albori del team building risulta ancora oggi un’ottima metafora, stimolante e di grande efficacia molto apprezzata soprattutto dai formatori in quanto permette di seguire facilmente il gruppo e valutarne le dinamiche che si instaurano. Come per tutti i team building Made In Team l’attività di soft outdoor viene strutturata in modo da coinvolgere tutti i dipendenti di un’impresa in un’esperienza unica e lontana dai normali contesti lavorativi con lo scopo di incentivare il gioco di squadra, consolidare il team di lavoro e cementare i rapporti all’interno dello stesso. Attività semplici ma entusiasmanti prendono luogo in contesti altamente stimolanti: impegno, fatica e competizione si mescolano a divertimento, conversazione ed amicizia. Il risultato sarà la formazione di un team cementato, unito sui presupposti della collaborazione e della partecipazione.  

Il vero Significato del Soft Outdoor

Le tematiche formative che si distinguono nel soft outdoor sono la comunicazione, lo spirito di collaborazione e la leadership.  

1.     Comunicazione e collaborazione

2 All’interno del “contenitore” Soft Outdoor possono essere sviluppate una serie di divertenti esercitazioni in cui i partecipanti potranno sperimentare come una buona comunicazione (comunicazione efficace) all’interno del team insieme a un’attenzione all’ascolto e al rispetto reciproco permettano al team stesso di raggiungere più agevolmente gli obiettivi. Migliorare la comunicazione – verbale e non – e l’ascolto (ricettività) saranno le leve che definiranno la buona riuscita delle attività stimolando il team working ed il senso di appartenenza al team (primo passo per poter definire un obiettivo comune per tutti i componenti del team o dell’organizzazione). Altruismo e cooperazione si coniugano all’impegno fisico ed emotivo profuso dai partecipanti così da incarnare una perfetta metafora delle dinamiche, delle sfide e delle difficoltà che tutti i giorni i partecipanti affrontano nei rispettivi workgroup.  

2.     Leadership

Collaborazione, in senso lato, vuol dire anche leadership… o meglio: vuol dire saper riconoscere il giusto leader, quello che permetterà al team di superare la fase di “storming”, quindi seguirlo in un rapporto comunque orizzontale e non gerarchico (dinamiche leader – follower). La pratica del soft outdoor si presta allo sviluppo delle leadership all’interno di un gruppo, in maniera del tutto naturale e proattiva. In che modo? In un esercizio semplice come il Bigfoot, ad esempio, sarà proprio il gruppo – in una fase di rotazione dei leader indicata dai tutor – a sperimentare sul campo sotto quale guida il gruppo ha lavorato meglio (ha ottenuto la migliore performance). Con una rotazione di diversi esercizi quindi il team sperimenterà che non è sempre lo stesso membro il “miglior leader” così da stimolare il team alla continua ricerca di nuovi leader, ovvero di coloro che aiutino il team ad uscire dalla fase di “storming”, e contrastare la nascita di una dinamica leader-dipendente che contrasta con la definizione di team stesso.  

La Semplicità a Servizio del Team Working

pexels-photo-38926 Il soft outdoor, infine, è soprattutto semplicità, dinamicità e flessibilità (può occupare da pochi minuti a diverse ore in base alle esigenze del cliente). La pratica, benché antica, non perde di fascino e la completezza di giochi, prove ed esercitazioni che rende il soft outdoor adatto a praticamente tutte le tematiche della formazione. Nei meccanismi di collaborazione e leadership che vengono a modellarsi si toccano tematiche importantissime per i team;  i partecipanti si sfilano delle normali vesti di “dipendentespettatore” diventando “membroprotagonista” del team. Chiudiamo questo breve articolo con un piccolo rammarico. Benché come sopra evidenziato il soft outdoor è una ottima metafora formativa viene molto spesso bistratto e accantonato a favore di altre pratiche di team building più adrenaliniche ma sicuramente meno performanti in un logica di team working. Il soft outdoor è ossigeno per la mente ed energia per il team… ogni meeting aziendale dovrebbe prevedere una sessione di questo tipo per migliorare le performance del team.