800984765 info@madeinteam.it

Chiunque senta parlare di caccia al tesoro immagina una banale attività per bambini, tuttavia nel team building non è proprio così anzi… Si tratta di uno dei format maggiormente utilizzati per il suo successo nel raggiungimento di obiettivi come: la collaborazione, la condivisione delle informazioni, la motivazione, la determinazione dei singoli e della squadra, la soluzione ai problemi, il prendere decisioni in gruppo, l’organizzazione, la pianificazione, il gestire al meglio le risorse a disposizione, il tempo, l’affrontare imprevisti, migliorare la comunicazione, riconoscere la leadership, riuscendo in poche ore a trasformare colleghi che si conoscono in maniera frettolosa e superficiale in un team affiatato e vincente. Ma perché? La Caccia al tesoro urbana ha una struttura di base che può essere riempita dei contenuti più diversi e declinata in forme sempre nuove cambiandone contenuti ed estetica, permettendo così di creare esperienze su misura per ogni azienda. La caccia al tesoro pertanto garantisce sempre nuovi stimoli creativi e nuove sfide logistiche mettendo in atto una sana e sportiva competizione che permette di stimolare il pensiero creativo e lo spirito di cooperazione in un contesto giocoso alla scoperta di antichi borghi e città d’arte.

L’obiettivo specifico di ogni caccia al tesoro è guadagnare punti visitando luoghi e affrontando sfide continue presenti sia su un book cartaceo che provenienti da gruppi whatsapp appositamente creati. Ogni book ha lo scopo di guidare i team nel cuore di grandi città d’arte come di piccoli comuni e centri urbani alla scoperta di monumenti di interesse storico, artistico e culturale e di negozi tipici dove fare soste e gustare prodotti enogastronomici locali mettendo in contatto ogni team con gli abitanti della città prescelta al fine di ottenere informazioni, indizi, contatti sociali e relazionali. I partecipanti, suddivisi in team, avranno l’obiettivo di percorrere un tragitto che loro stessi costruiranno, le varie tappe sono indicate da un book cartaceo e da una mappa, e dovranno essere continuamente documentate dalle foto della polaroid in dotazione nel kit Treasure Hunt e minato da gruppi whatsapp appositamente creati da cui provengono richieste di missioni speciali, foto e video contest in tempo reale per l’assegnazione di maggior punteggio. Ogni caccia al tesoro può essere di tipo competitivo o collaborativo la metodologia è personalizzabile a piacere in funzione degli obiettivi (ludico e/o formativi) che si vogliono ottenere e dello stile di sfida che si vuole fare affrontare ai partecipanti. L’interdipendenza, la coesione, le strategie che si sviluppano nel susseguirsi dell’attività, consentono ai protagonisti della treasure hunting di riconoscere le diversità professionali come una risorsa ed ad utilizzare ogni singola competenza che emerge in corso d’opera in un contributo come indispensabile e necessario non solo per il raggiungimento del tesoro ma soprattutto come elementi principe da riportare nel contesto aziendale minato continuamente da nuovi imprevisti che possono rappresentare opportunità o difficoltà a cui far fronte.